Sistemi antincendio, arriva la figura della persona qualificata

Una grande novità per i sistemi antincendio riguarda in particolare il punto 21 del documento con la creazione della nuova figura

Un sistema antincendio automatico sprinkler è progettato per rilevare la presenza di un incendio ed estinguerlo nello stadio iniziale con acqua. Oppure ha il compito di tenere sotto controllo le fiamme in modo che l’estinzione possa essere completata con altri mezzi.

A quale norma fare riferimento

La norma UNI EN 12845:2020 “Installazioni fisse antincendio – Sistemi automatici a sprinkler – Progettazione, installazione e manutenzione”, recepisce la EN 12845:2015+A1:2019 e sostituisce la UNI EN 12845:2015.

La nuova UNI EN 12845:2020 tratta la classificazione dei pericoli e le alimentazioni idriche nonché i componenti da utilizzare, l’installazione, le prove ed il collaudo del sistema. Ancora, la manutenzione e l’ampliamento dei sistemi esistenti. Fornisce inoltre, per gli edifici, le indicazioni costruttive necessarie per garantire una prestazione soddisfacente dei sistemi sprinkler.


Leggi anche:

Cosa introduce la norma per i nuovi sistemi antincendio?

Una delle grandi novità introdotte dalla nuova edizione riguarda in particolare il punto 21 del documento (“Ispezione di terza parte”). La nuova UNI EN 12845:2020 introduce infatti la figura della persona qualificata.

Venendo alla novità prevista dal punto 21 possiamo dire che la norma prevede che il sistema sprinkler deve essere ispezionato periodicamente. Almeno una volta all’anno. Da una persona qualificata.

Il rapporto di ispezione dovrà valutare se il sistema è in conformità alla presente norma. Ciò in relazione ma non limitatamente, alla manutenzione, al funzionamento e all’adeguatezza in relazione del rischio presente. Dovrà quindi essere redatto un elenco degli scostamenti per intraprendere le azioni necessarie.

L’ispezione periodica, dovrà essere presa in carica da un organismo indipendente, cioè ne il proprietario del sistema, ne gli occupanti dell’edificio, ne l’installatore del sistema (o installatore competente) neppure il fornitore di servizi o manutenzione (o il fornitore relativo competente). La persona qualificata sarà un individuo designato, formato opportunamente, competente sulla base di conoscenze ed esperienze pratiche e con la necessaria istruzione per consentire l’esecuzione delle prove e dei controlli.


Fonti:

INAIL  aprile 2020 – GESTIONE DELLA SICUREZZA E OPERATIVITÀ ANTINCENDIO

ANIMA marzo 2020 – LINEA GUIDA PER LA CORRETTA MANUTENZIONE DEI SISTEMI ANTINCENDIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *