Sicurezza dei macchinari: arrivano le nuove direttive

La nuova direttiva, entrata in vigore nell'ottobre 2019 specifica i requisiti per la preparazione del manuale d’uso e manutenzione

La nuova UNI EN ISO 20607:2019, entrata in vigore il 24/10/2019 specifica i requisiti per il fabbricante della macchina per la preparazione del manuale d’uso e manutenzione con particolare attenzione alle parti relativa alla sicurezza per i prodotti rientranti nel campo di applicazione della Direttiva 2006/42/CE Macchine.

Sicurezza del macchinario: il manuale d’istruzioni

La norma tecnica ISO 20607:2019 è titolata: Safety of machinery – Instruction handbook – General drafting principles. La norma ISO 20607:2019 è una norma di tipo B, ed è una norma che interessa i costruttori, e gli organismi che operano per la salute e sicurezza dei lavoratori e tutti coloro che hanno a che fare con la sicurezza delle macchine a vari livelli.

Nella norma inoltre emergono anche  delle definizioni particolari  tra cui quella di Integrator: colui che assembla più di una macchina o quasi macchina (Integrated Manufactured System) e ne è responsabile della sicurezza, delle misure di protezione delle interfacce di controllo e delle interconnessioni. Questa definizione è riportata nella norma ISO 11161:2007 Sicurezza del macchinario – Sistemi di fabbricazione integrati – Requisiti di base, al paragrafo 3.10.


Leggi anche:

I rischi sul luogo di lavoro e la normativa italiana

Uno dei rischi più elevati nei luoghi di lavoro è correlato all’utilizzo delle macchine, specialmente laddove le macchine non sono corredate da idonee protezioni, sono obsolete e senza manutenzione o non sono messe in atto dagli operatori idonee procedure lavorative.

La norma, come indicato sul sito dell’Ente italiano di normazione (UNI), specifica “i requisiti per il fabbricante della macchina per la preparazione delle parti relative alla sicurezza del manuale di istruzioni per il macchinario e stabilisce i principi indispensabili per fornire informazioni sui rischi residui”.

Questa nuova norma fornisce ulteriori specifiche ai requisiti generali sulle informazioni per l’uso fornite nella norma ISO 12100: 2010, 6.4.5; e si occupa del contenuto relativo alla sicurezza, della presentazione del manuale di istruzioni, tenendo conto del ciclo di vita della macchina.

Cosa si specifica nella direttiva?

Il documento può riguardare, ad esempio, gli operatori in materia di sicurezza inerenti a vari settori: costruttori di macchine, organismi di salute e rischi sui luoghi di lavoro (ad esempio autorità di vigilanza), datori di lavoro, fornitori di servizi per la manutenzione, …

Nella norma sono disponibili:

  • ulteriori specifiche ai requisiti generali sulle informazioni per l’uso già fornite nella UNI ISO 12100:2010“ Sicurezza del macchinario – Principi generali di progettazione – Valutazione del rischio e riduzione del rischio”;
  • le informazioni sulla redazione del manuale di istruzioni, in particolare per quanto riguarda le sezioni relative alla sicurezza, tenendo conto di tutte le fasi del ciclo di vita della macchina;
  • i principi per fornire informazioni sui rischi residui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *