MUD Rifiuti Semplificato: istruzioni 2019

Per alcuni soggetti è previsto anche quest'anno la possibilità di inviare la comunicazione rifiuti MUD 2019 in modalità semplificata

Sulla G.U. del 22 febbraio 2019 è stato pubblicato il nuovo modello MUD 2019 con il D.P.C.M. del 24/12/2018 che stabilisce la modulistica e le modalità di compilazione e trasmissione del modello unico di dichiarazione ambientale per l’anno 2019.

Il termine ultimo per l’Invio del MUD 2019, anche quello Semplificato, è il 22 giugno 2019.

Per alcuni soggetti è previsto anche quest’anno la possibilità di inviare una comunicazione in modalità semplificata.

Chi può presentare il MUD 2019 semplificato

Possono presentare il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale tramite la Comunicazione Rifiuti Semplificata riportata in Allegato 2 al DPCM, i soggetti che corrispondono a particolari caratteristiche.

Le condizioni per poter usare la Comunivazione Rifiuti Semplificata sono essenzialmente due:

  • produrre, nella propria Unità Locale, non più di 7 rifiuti per i quali sono tenuti a presentare la dichiarazione;
  • per ogni rifiuto, utilizzare non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali

La comunicazione rifiuti semplificata non può essere presentata da produttori che conferiscono i rifiuti all’estero.


Leggi anche: I soggetti obbligati alla presentazione del MUD 2019

Come va presentare la comunicazione semplificata

Il dichiarante che vorrà avvalersi della possibilità di usare la Comunicazione Rifiuti Semplificata dovrà seguire i seguenti passi:

  • Compilare la comunicazione inserendo i dati nel portale mudsemplificato.ecocerved.it
  • Stampare la Comunicazione Rifiuti Semplificata
  • Firmare, con firma autografa la comunicazione MUD in formato documento cartaceo
  • Trasformare il documento in un documento elettronico in formato PDF,
  • Creare, con scansione, un solo documento elettronico in formato PDF, chiamato, ad esempio mud2018.pdf, contenente:
    • La copia della Comunicazione Rifiuti semplificata firmata dal dichiarante,
    • La copia dell’attestato di versamento dei diritti di segreteria alla CCIAA competente,
    • La copia del documento di identità del sottoscrittore.
  • Trasmettere via PEC all’indirizzo unico comunicazionemud@pec.it il file in formato pdf ottenuto.

Ogni mail trasmessa via PEC dovrà contenere una sola comunicazione MUD e dovrà riportare nell’oggetto esclusivamente il codice fiscale del dichiarante.

La casella PEC non potrà fornire alcun tipo di risposta ai messaggi pervenuti che non contengano una comunicazione MUD composta nel modo descritto.


Leggi anche: Come inviare il MUD telematico

Comunicazione Rifiuti Semplificata: errori da non commettere

La Comunicazione Rifiuti Semplificata 2019 va inviata solo nelle modalità sopra descritte. Attenzione quindi a non fare i seguenti errori che potrebbero vanificare ogni sforzo:

  • Compilare la Comunicazione Rifiuti semplificata manualmente
  • Inviare la Comunicazione Rifiuti semplificata con spedizione postale

Chi deve inviare il MUD Rifiuti

I produttori di rifiuti soggetti all’obbligo di presentazione del MUD sono così individuati:

  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (cosí come previsto dall’articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g)).

Soggetti esclusi dall’invio del MUD 2019 Rifiuti

Sono esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD, in base alla Legge 28 dicembre 2015, le imprese agricole di cui all’articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell’ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *