Verso l’uniformazione dei procedimenti VIA-VAS e AIA

Il Ministro dell'ambiente ha emanato un atto di indirizzo per uniformare i procedimenti di valutazione di impatto ambientale e di autorizzazione integrata ambientale

Con il Decreto Ministeriale 19 febbraio 2019 il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare ha emanato un atto di indirizzo per uniformare la conduzione dei procedimenti di valutazione di impatto ambientale e di autorizzazione integrata ambientale relativi ad opere di prospezione geofisica, perforazione di pozzi ed altre opere a mare.

La direttiva detta indirizzi per garantire l’uniformità dei procedimenti di valutazione di impatto ambientale (VIA) e di rilascio, riesame, aggiornamento dei provvedimenti di autorizzazione integrata ambientale (AIA) per i quali il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare è l’Autorità Competente relativi ad opere di prospezione geofisica, perforazione di pozzi ed altre opere a mare.

Il decreto si occupa di:

  • Elementi necessari alla valutazione di progetti di prospezione geofisica
  • Elementi necessari alla valutazione di progetti di perforazione e coltivazione
  • Scarichi a mare da installazioni offshore

Il decreto stabilisce inoltre che entro un anno dalla pubblicazione, la competente Direzione generale del Ministero, sentite la Commissione tecnica per la verifica dell’impatto ambientale VIA-VAS e la Commissione istruttoria per I’ AlA-IPPC, della trasmettere al Ministro, per il tramite dell’Ufficio di Gabinetto, una relazione circa l’applicazione del presente decreto, formulando eventuali proposte correttive o integrative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *