Sicurezza sul lavoro, come essere in regola

Con i fatti legati al Covid, la sicurezza sul lavoro si è fatta più stringente ed implica il rispetto di norme per arginare la diffusione del virus

sicurezza-sul-lavoro

Una disciplina articolata che da sempre rappresenta un punto focale per le aziende (talvolta anche un vulnus) che devono garantire la sicurezza sul lavoro ai propri dipendenti; purtroppo in Italia non sempre si vanno a rispettare le normative di riferimento mettendo a serio repentaglio la salute dei lavoratori.

Con i fatti recenti legati al Covid, la questione sicurezza sul lavoro si è fatta più stringente ed implica oggi il rispetto di norme per arginare la diffusione del virus. Chi non rispetta tali normative rischia sanzioni piuttosto pesanti, fino a diverse migliaia di euro e, nei casi più gravi, anche la chiusura dell’attività.

Il quadro di riferimento da tenere a mente è il Decreto Legislativo 81/08, il cosiddetto Testo Unico in materia di Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (spesso indicato con la sigla Tus o Tusl). Una legge alla quale si è arrivati dopo tante modifiche e che va a riunire diverse norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Mettersi in regola con la sicurezza sul lavoro

Cosa deve fare una azienda che debba mettersi in regola in materia di sicurezza sul lavoro? Adeguarsi alla normativa, viste anche le nuove imposizioni post Covid, richiede aggiornamento: è possibile frequentare corsi specifici anche online, come i Corsi per la sicurezza sui luoghi di lavoro erogati da Formalia, ente di formazione accreditato per corsi anche tramite piattaforma online, che offre corsi di questo genere, quindi riferiti alla sicurezza sul lavoro, con attestati avente valore legale.

Perché per essere in regola in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro è indispensabile frequentare anche un percorso formativo teso a fornire al datore di lavoro determinate conoscenze in materia di circoscrizione dei rischi.

Una necessità riferita ai rischi da sempre esistenti sul luogo di lavoro (soprattutto per i settori più esposti, si pensi ai cantieri) e che oggi è stata, purtroppo, implementata, dalla necessità di tenere giusti comportamenti nei luoghi di lavoro per evitare la diffusione del Covid. 

L’importanza della formazione

Da qui l’importanza della formazione in ambito aziendale per essere in regola con la normativa. La definizione di sicurezza sul lavoro parla di “condizione per la quale tutti coloro che lavorano possono svolgere la propria attività lavorativa in sicurezza, senza essere esposti a rischio di incidenti o malattie professionali”.

Il che parte dalla consapevolezza delle condizioni di lavoro, dell’ambiente nel quale questo si esplica, degli strumenti presenti per ridurre i rischi e da utilizzare in caso di emergenza. La norma impone la predisposizione del Dvr, il documento di valutazione rischi, presso ogni luogo di lavoro; ed una cultura della prevenzione, tanto per il datore di lavoro quanto per i dipendenti, che può essere raggiunta solo attraverso un percorso di formazione (che tra l’altro è obbligatorio) e di informazione costante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *