ISO 45001: entro settembre 2021 il passaggio dalla OHSAS 18001

La nuova UNI EN ISO 45001 sarà valida dal prossimo settembre 2021, dopo la proroga a causa del Covid-19. Ecco le novità e come adeguarsi

uni-en-iso-45001

La ISO 45001 regola la Salute e la Sicurezza nei luoghi di lavoro e sostituirà la BS OHSAS 18001:2007, che dal 12 marzo 2021 non sarà più valida.

La nuova norma ISO 45001

Oltre a essere in linea con le altre norme ISO, la nuova 45001 permette di migliorare immediatamente le proprie prestazioni in termini di prevenzione degli infortuni.

Il nuovo standard si sviluppa secondo la struttura ad alto livello (HLS) e sarà quindi allineato alle recenti revisioni delle norme ISO 9001 e ISO 14001, particolarmente attente alla gestione dei rischi.

Il rinvio per l’emergenza sanitaria Covid-19

La data ultima del 11 marzo 2020, definita dalla Circolare informativa DC N° 08/2018, è stata prorogata al 30 settembre 2021, in particolare per agevolare le aziende interessate alla migrazione che stanno incontrando oggettive difficoltà a causa dalla crisi sanitaria in atto legata al COVID-19.

Circolare_informativa_DC_08-2018_ITA – Download

Le novità della ISO 45001

In modo analogo ad altre norme di sistema, la nuova norma ISO 45001:

  • ha adottato la cosiddetta “struttura ad alto Livello” (High Level Structure);
  • si basa sull’approccio al rischio;
  • prevede l’analisi del contesto in cui opera l’organizzazione (contesto interno, contesto esterno ed esigenze/aspettative delle parti interessate);
  • prevede la partecipazione attiva dell’alta direzione: la nuova norma richiama l’attenzione in modo esplicito sulla necessità che l’impegno sia concreto e tangibile;
  • prevede la consultazione e partecipazione di lavoratori anche attraverso precise attività.

Tra le principali novità:

  • Contesto aziendale: l’obbligo da parte dell’organizzazione di determinare tutti i fattori, interni ed esterni, rilevanti per l’individuazione ed il monitoraggio del contesto aziendale stesso;
  • Lavoratori e parti interessate: il punto norma 4.2 attribuisce maggiore enfasi alle esigenze e alle aspettative dei lavoratori e delle parti interessate che siano rilevanti per il sistema di gestione per la sicurezza e la salute;
  • Gestione dei rischi e delle opportunità: la ISO 45001 introduce l’obbligo di valutare i rischi ed eventuali opportunità che possano influenzare positivamente o negativamente l’organizzazione stessa rispetto al raggiungimento degli obiettivi aziendale ed al miglioramento continuo insito nello standard stesso;
  • Leadership: la norma ISO 45001 assegna un ruolo importante all’Alta Direzione nell’ambito del sistema di gestione con l’obbligo di impegnarsi attivamente relativamente al sistema di gestione;
  • Consultazione dei lavoratori: il punto 5.4. della norma enfatizza il concetto di consultazione e partecipazione dei lavoratori nei processi previsti dal sistema di gestione stesso; si va, quindi, oltre al concetto di consultazione dei lavoratori tramite RLS – Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza previsto dal D.Lgs 81/2008 e s.m.i.;
  • Maggiore importanza e controllo dei processi dati in outsourcing.

Un sistema di gestione ISO 45001:2018, per poter funzionare apportando i giusti vantaggi, dovrà essere calato e personalizzato rispetto all’organizzazione stessa, quindi nella fase di progettazione del sistema.

Il principale vantaggio acquisito da un’azienda certificata UNI EN ISO 45001 è quello di poter dimostrare la corretta applicazione del D.Lgs 81/2008 e s.m.i.


Riferimenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *