MUD semplificato 2020: chi può presentarlo e come fare

Anche nel 2020 alcune aziende possono presentare un tipo semplificato di Modello Unico di Dichiarazione Ambientale, cosiddetto MUD Semplificato 2020

mud-semplificato-dichiarazione-ambientale

Entro il 30 giugno 2020 le aziende hanno l’obbligo di presentare telematicamente il modello di dichiarazione ambientale detto MUD, con i dati relativi al 2019.

Alcune aziende possono presentare un Modello semplificato, cosiddetto MUD Semplificato 2020.

Obbligo MUD 2020

I produttori di rifiuti soggetti all’obbligo di presentazione del MUD sono così individuati:

  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (cosí come previsto dall’articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g)).

Sono esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD, in base alla Legge 28 dicembre 2015, le imprese agricole di cui all’articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell’ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02 cioè i servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere, gli istituti di bellezza, e chi fa servizi di manicure e pedicure.

Chi può presentare la comunicazione MUD Semplificato 2020

Possono presentare il MUD Semplificato 2020 i soli soggetti che:

producono, nella propria Unità Locale, non più di 7 rifiuti per i quali sono tenuti a presentare la dichiarazione

per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali

L’azienda che risponde a queste caratteristiche può presentare il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale tramite la Comunicazione Rifiuti Semplificata che riportata in Allegato 2 al DPCM.

La comunicazione rifiuti semplificata non può essere presentata da produttori che conferiscono i rifiuti all’estero.

SCARICA LE ISTRUZIONI PER LA COMUNICAZIONE RIFIUTI SEMPLIFICATA

Come va presentata la comunicazione semplificata

Il dichiarante MUD semplificato 2020 dovrà seguire i seguenti passi:

  1. Compilare la comunicazione inserendo i dati nel portale mudsemplificato.ecocerved.it
  2. Stampare la Comunicazione Rifiuti Semplificata
  3. Firmare, con firma autografa la comunicazione MUD in formato documento cartaceo
  4. Trasformare il documento in un documento elettronico in formato PDF,
  5. Creare, con scansione, un SOLO documento elettronico in formato PDF, chiamato, ad esempio mud2019.pdf, contenente:
    • La copia della Comunicazione Rifiuti semplificata firmata dal dichiarante,
    • La copia dell’attestato di versamento dei diritti di segreteria alla CCIAA competente,
    • La copia del documento di identità del sottoscrittore.
    Attenzione che se l’unico file PDF ottenuto dalla scansione sarà firmato digitalmente con la firma elettronica, in tal caso non è necessario inserirvi anche la copia del documento d’identità.
  6. Trasmettere via PEC all’indirizzo unico comunicazionemud@pec.it il file in formato pdf ottenuto.

Ogni mail trasmessa via PEC dovrà contenere una sola comunicazione MUD e dovrà riportare nell’oggetto esclusivamente il codice fiscale del dichiarante.

La casella PEC non potrà fornire alcun tipo di risposta ai messaggi pervenuti che non contengano una comunicazione MUD composta nel modo descritto.

La comunicazione effettuata con modalità diverse da quelle sopra indicate si considera inesatta.

Non è quindi possibile:

  • Compilare la Comunicazione Rifiuti semplificata manualmente
  • Inviare la Comunicazione Rifiuti semplificata con spedizione postale

Scadenza MUD 2020

La scadenza è il 30 giugno 2020 (scadenza modificata dal D.L.18/2020).

Diritto di Segreteria MUD 2020

Il diritto di segreteria per la presentazione del MUD 2020 è di 15,00 € per ogni Unità Locale dichiarante.

Il diritto di segreteria spettante alla Camera di commercio deve essere versato, generalmente, utilizzando un bollettino di conto corrente postale indicando nella causale di versamento il codice fiscale del dichiarante e la dicitura “Diritti di Segreteria MUD – (legge 70/1994)”.

Si consiglia di consultare il sito delle singole Camere di commercio per conoscere i conti correnti o specifiche indicazioni relative alle modalità di pagamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *