Deciso taglio alle tariffe Inail per gli infortuni sul lavoro

Le tariffe Inail per artigiani e piccoli imprenditori subiranno un taglio di circa il 30%. Secondo Di Maio, si tratta di un primo passo verso l'abbattimento del cuneo fiscale e del costo del lavoro

Luigi Di Maio, Ministro dello Sviluppo Economico, ha firmato un decreto per la riduzione delle tariffe Inail.

La firma è avvenuta nella sede di Confartigianato. Le tariffe Inail ridotte sono quindi quelle applicate ad artigiani e piccoli imprenditori.

Il decreto firmato il 27 febbraio 2019 e non ancora pubblicato in GU, dà applicazione ad una norma prevista dalla legge di bilancio.

Meno infortuni, giù le tariffe Inail

La riduzione delle tariffe Inail è stata possibile perché, ha spiegato Di Maio, il decreto ha adeguato le tariffe all’effettivo numero di infortuni sul lavoro che si sono registrati nell’ultimo anno e che sarebbero in diminuzione.

Risparmio per le imprese

Secondo il ministro, la riduzione delle tariffe Inail per artigiani e piccoli imprenditori si traduce in un abbattimento del costo del lavoro.

Si tratta di un taglio di circa il 30-32% delle tariffe Inail per artigiani e piccoli imprenditori, una percentuale che equivale all’incirca a 1,8 miliardi di risparmio per le imprese del settore, secondo i calcoli del Ministero.

Confartigianato: “un premio per gli sforzi di prevenzione fatti”

Confartigianato si è detta entusiasta, perché “la riduzione delle tariffe INAIL premia gli sforzi fatti dagli imprenditori artigiani sul fronte della sicurezza sul lavoro e della riduzione del numero degli infortuni di operai, collaboratori e dipendenti”.

Di seguito, la diretta della conferenza stampa del ministro Di Maio e dei rappresentanti di Confartigianato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *