Gli investimenti in rete e la questione sicurezza

Immaginiamo di stare al pc e poter iniziare ad investire. Una bella opportunità che mette in risalto un altro grande aspetto: i rischi di truffa

Cresce il numero di utenti che si affidano alla rete per investire i propri risparmi utilizzando le tanto note piattaforme di trading online: si tratta di portali che mettono a disposizione un software per poter accedere al mercato della compravendita dei principali asset finanziari.

Immaginiamo di stare al pc e poter iniziare ad investire sulle azioni in Borsa, sulle valute estere, sui derivati e così via. Sicuramente una bella opportunità che tuttavia mette in risalto un altro grande aspetto della vicenda: i rischi di truffa.

Proprio perché affidarsi alla rete implica si una semplificazione, ma anche un non sapere chi c’è dall’altra parte e di conseguenza una spersonalizzazione, affidarsi a piattaforme può talvolta essere il rischio. In quali casi i pericoli sono reali? Si parla soprattutto di fare uso di piattaforme che non siano regolamentate e che quindi operino in rete non avendo i giusti requisiti. Vediamo come scegliere un intermediatore e in che modo valutare le piattaforme di trading online affidabili.

Esiste una normativa da rispettare che prevede per tali operatori, quindi per le piattaforme di trading online, la necessitò di dover sottostare a determinate regole; e si fa qui riferimento ad una normativa tanto nazionale quanto europea. In Italia esiste un organo indipendente che si occupa di concedere le licenze per le piattaforma di investimento in rete: la Consob. L’Autorità di Vigilanza sugli enti economici.

Ebbene quando si naviga su una piattaforma il primo aspetto da valutare può essere proprio quello di andare a scoprire se tale intermediario virtuale sia o meno autorizzato dalla Consob (se la piattaforma opera in Italia; se è registrata presso altro paese dovrà avere autorizzazione da parte di un altro organo equivalente).

Quindi si può passare ad analizzare tutti gli altri aspetti che fanno poi la differenza tra una piattaforma conveniente e sicura; ed una che invece deve essere lasciata da parte. Si parla qui delle commissioni ad esempio, per capire quanto l’uso di quella piattaforma possa incidere sulle nostre tasche. Così come è di fondamentale importanza capire in che modo vengono eseguiti i pagamenti, quali circuiti finanziari vengono utilizzati, se la piattaforma utilizza un sistema di crittografia adeguato così da proteggere al meglio le transazioni.

Tutti aspetti che influiscono in modo diretto sulla sicurezza di una piattaforma di trading online: perché quando si decide di provare ad investire utilizzando la rete il fattore della sicurezza è fondamentale in quanto si vanno a puntare soldi reali  sui mercati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *