I fattori di rischio oggetto di sorveglianza sanitaria

Quando è obbligatoria la sorveglianza sanitaria così come stabilita dall'articolo 41 del decreto 81/2008 sulla sicurezza?

I fattori di rischio evidenziati dal D.Lgs. 81/2008 e soggetti a sorveglianza sanitaria, si possono riassumere come di seguito elencato:

  • Movimentazione manuale dei carichi
  • Attrezzature munite di videoterminali
  • Agenti fisici
  • Sostanze pericolose
  • Esposizione ad Agenti biologici

Movimentazione manuale dei carichi


Articolo 168 – Obblighi del datore di lavoro


Comma 2. Qualora non sia possibile evitare la movimentazione manuale dei carichi ad opera dei lavoratori, il datore di lavoro adotta le misure […] allo scopo di ridurre il rischio che comporta la movimentazione manuale di detti carichi […], ed in particolare: Lettera d) sottopone i lavoratori alla sorveglianza sanitaria di cui all’articolo 41, sulla base della valutazione del rischio e dei fattori individuali di rischio di cui all’allegato XXXIII.

Attrezzature munite di videoterminali


Articolo 176 – Sorveglianza sanitaria


Comma 1. I lavoratori sono sottoposti alla sorveglianza sanitaria di cui all’articolo 41, con particolare riferimento:
a) ai rischi per la vista e per gli occhi;
b) ai rischi per l’apparato muscolo-scheletrico.

Agenti fisici


Capo I – Disposizioni generali

Articolo 185 – Sorveglianza sanitaria


Comma 1. La sorveglianza sanitaria dei lavoratori esposti agli agenti fisici viene svolta secondo i principi generali di cui all’articolo 41, ed è effettuata dal medico competente nelle modalità e nei casi previsti ai rispettivi capi del presente titolo sulla base dei risultati della valutazione del rischio che gli sono trasmessi dal datore di lavoro per il tramite del servizio di prevenzione e protezione.


Capo II – Protezione dei lavoratori contro i rischi di esposizione al rumore durante il lavoro


Articolo 196 – Sorveglianza sanitaria


Comma1. Il datore di lavoro sottopone a sorveglianza sanitaria i lavoratori la cui esposizione al rumore eccede i valori superiori di azione […].

Comma 2. La sorveglianza sanitaria di cui al comma 1 è estesa ai lavoratori esposti a livelli superiori ai valori inferiori di azione, su loro richiesta e qualora il medico competente ne confermi l’opportunità.

Capo III – Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a vibrazioni


Articolo 204 – Sorveglianza sanitaria


Comma 1. I lavoratori esposti a livelli di vibrazioni superiori ai valori d’azione sono sottoposti alla sorveglianza sanitaria […].

Capo IV – Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a campi elettromagnetici


Articolo 211 – Sorveglianza sanitaria


Comma 1. La sorveglianza sanitaria viene effettuata periodicamente, di norma una volta l’anno […].

Capo V – Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a radiazioni ottiche artificiali


Articolo 218. Sorveglianza sanitaria


Comma 1. La sorveglianza sanitaria viene effettuata periodicamente, di norma una volta l’anno […].

Sostanze pericolose


Capo I – Protezione da agenti chimici


Articolo 229 – Sorveglianza sanitaria

Comma 1. Fatto salvo quanto previsto dall’articolo 224, comma 2, sono sottoposti alla sorveglianza sanitaria di cui all’articolo 41 i lavoratori esposti agli agenti chimici pericolosi per la salute che rispondono ai criteri per la classificazione come molto tossici, tossici, nocivi, sensibilizzanti, corrosivi, irritanti, tossici per il ciclo riproduttivo, cancerogeni e mutageni di categoria 3.


Comma 2. La sorveglianza sanitaria viene effettuata:
Lettera a) prima di adibire il lavoratore alla mansione che comporta l’esposizione;
Lettera b) periodicamente, di norma una volta l’anno […];
Lettera c) all’atto della cessazione del rapporto di lavoro […].

Comma 3. Il monitoraggio biologico è obbligatorio per i lavoratori esposti agli agenti per i quali è stato fissato un valore limite biologico […]. I risultati di tale monitoraggio, in forma anonima, vengono allegati al documento di valutazione dei rischi e comunicati ai rappresentanti per la sicurezza dei lavoratori.

Comma 6. Nel caso in cui all’atto della sorveglianza sanitaria si evidenzi, in un lavoratore o in un gruppo di lavoratori esposti in maniera analoga ad uno stesso agente, l’esistenza di effetti pregiudizievoli per la salute imputabili a tale esposizione o il superamento di un valore limite biologico, il medico competente informa individualmente i lavoratori interessati ed il datore di lavoro […].

Capo II – Protezione da agenti cancerogeni e mutageni

Articolo 242 – Accertamenti sanitari e norme preventive e protettive specifiche


Comma 1. I lavoratori per i quali la valutazione di cui all’articolo 236 ha evidenziato un rischio per la salute sono sottoposti a sorveglianza sanitaria.

Articolo 243 – Registro di esposizione e cartelle sanitarie

Comma 1. I lavoratori di cui all’articolo 242 sono iscritti in un registro nel quale è riportata, per ciascuno di essi, l’attività svolta, l’agente cancerogeno o mutageno utilizzato e, ove noto, il valore dell’esposizione a tale agente […].


• Capo III – Protezione dai rischi connessi all’esposizione all’amianto


Articolo 249 – Valutazione del rischio


Comma 1. Nella valutazione di cui all’articolo 28, il datore di lavoro valuta i rischi dovuti alla polvere proveniente dall’amianto e dai materiali contenenti amianto, al fine di stabilire la natura e il grado dell’esposizione e le misure preventive e protettive da attuare.

Comma 2. Nei casi di esposizioni sporadiche e di debole intensità e a condizione che risulti chiaramente dalla valutazione dei rischi di cui al comma 1 che il valore limite di esposizione all’amianto non è superato nell’aria dell’ambiente di lavoro, non si applicano gli articoli 250, 251, comma 1, 259 e 260, comma 1, nelle seguenti attività: […].

Articolo 253 – Controllo dell’esposizione

Comma 1. Al fine di garantire il rispetto del valore limite fissato all’articolo 254 e in funzione dei risultati della valutazione iniziale dei rischi, il datore di lavoro effettua periodicamente la misurazione della concentrazione di fibre di amianto nell’aria del luogo di lavoro […].

Articolo 259 – Sorveglianza sanitaria


Comma 1. I lavoratori addetti alle opere di manutenzione, rimozione dell’amianto o dei materiali contenenti amianto, smaltimento e trattamento dei relativi rifiuti, nonché bonifica delle aree interessate di cui all’articolo 246, prima di essere adibiti allo svolgimento dei suddetti lavori e periodicamente, almeno una volta ogni tre anni, o con periodicità fissata dal medico competente, sono sottoposti a sorveglianza sanitaria finalizzata anche a verificare la possibilità di indossare dispositivi di protezione respiratoria durante il lavoro.

Esposizione ad Agenti biologici

Capo III – Sorveglianza sanitaria


Articolo 279 – Prevenzione e controllo

Comma 1. Qualora l’esito della valutazione del rischio ne rilevi la necessità i lavoratori esposti ad agenti biologici sono sottoposti alla sorveglianza sanitaria di cui all’articolo 41.

Comma 5. Il medico competente fornisce ai lavoratori adeguate informazioni sul controllo sanitario cui sono sottoposti e sulla necessità di sottoporsi […] nonché sui vantaggi ed inconvenienti della vaccinazione e della non vaccinazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *