Ferrara: «Il seme della prevenzione è stato piantato», il successo di “Uno spettacolo per la vita”

Nello "Spettacolo per la vita" di ANCORS a Patti, Mogol ha indossato un casco da lavoro e ha invitato tutti a salvaguardare salute e sicurezza sul lavoro

uno spettacolo per la vita ANCORS

Grande successo per “Uno Spettacolo per la vita, la sicurezza senza limiti e confini” che si è svolto la sera del 31 luglio scorso nel piazzale Alioto del Lungomare di Patti.

Come un grande puzzle tutti i pezzi sono andati perfettamente ad incastro e la serata organizzata da ANCORS (Associazione Nazionale Consulenti e Responsabili della Sicurezza sul Lavoro), inserita nell’ambito del progetto “Sicura-mente”, nato dalla collaborazione siglata lo scorso gennaio tra la Direzione centrale prevenzione dell’Inail  e Ancors, ha preso forma senza tralasciare alcun dettaglio.

Prevenzione e sicurezza protagoniste

Ogni intervento è stato mirato a fare della prevenzione la protagonista dello show ha lasciato il suo segno perché nessun ingrediente è stato scelto a caso.

La tavola rotonda, moderata dai giornalisti Adriana Apicella e Claudio Micalizio, che recava il titolo “Sicura-Mente – La Sicurezza senza Limiti e Confini”, ha visto sul palco Salvatore Cimino, Direttore Inail della sede territoriale Messina-Milazzo, Davide Scotti, Segretario Fondazione LHS, Luigi Ferrara, Presidente ANCORS e il Vicepresidente Eliseo Maiolino.

Gli spettacoli teatrali hanno posto al centro dell’attenzione gli incidenti sul lavoro in edilizia con l’interpretazione di Maria Sannino della poesia di Raffaele Viviani “Fravecature” che già nel lontano 1921 poneva la sua attenzione al rischio caduta dall’alto.

A seguire, la rappresentazione del monologo di Juri Piroddi, tratto da “Il Virus che ti salva la vita” e legato ad un fatto reale e le perfomance dell’artista poliedrico Carmine de Rosa che non solo ha regalato momenti di colorata poesia con le sue esibizioni trasformiste, ma ha anche fatto vivere un momento di cruda realtà raccontando di un incidente accaduto in edilizia.

Al culmine della serata-evento il gesto di Mogol, la guest star di “Uno spettacolo per la vita”, che, mentre cantava insieme a Mazzei e Sara Ricciardi, ha indossato il classico casco giallo dell’ANCORS, simbolo della cultura della prevenzione, che gli è stato regalato da Paola Amirante e Denise Ferrara.

 mogol - uno spettacolo per la vitamogol - uno spettacolo per la vita

Il seme della sicurezza

Grande soddisfazione nelle parole del presidente ANCORS, Luigi Ferrara: «Il numeroso pubblico che ha gremito il grande piazzale sul lungomare di Patti lo scorso 31 luglio ha tributato lunghissimi applausi alle splendide performance degli artisti che con ironia e intensità hanno presentato tutti le insidie, occulte e non, che si nascondono dietro ad un atteggiamento poco attento sul lavoro. Tanto entusiasmo e apprezzamento ci dà conferma che abbiamo seminato, e lo abbiamo fatto bene. Il messaggio del progetto Sicura-mente, portato avanti con Inail, focalizzato sull’importanza della cultura della prevenzione per la figura dei Rls in edilizia e in agricoltura, è stato compreso e sono certo che darà i suoi frutti».

Immancabili i ringraziamenti: «Ringrazio davvero tutti – prosegue Ferrara «perché senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile. Ringrazio gli artisti, ringrazio gli ospiti, ringrazio il pubblico e ringrazio il Sindaco di Patti, Giuseppe Mauro Aquino, l’Assessore al Turismo del Comune di Patti, Ignazio Lipari e il direttore artistico del Tindari Festival, Anna Ricciardi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *