Dichiarazione dei redditi: al via la compilazione del 730. Ecco tutte le informazioni

Il documento potrà essere modificato o inviato senza modifiche, dal 2 maggio al 23 luglio prossimo. Tra i dati a disposizione da quest'anno anche le spese per l'asilo nido

La dichiarazione dei redditi è visualizzabile da oggi online con più dati a disposizione e quindi maggiori possibilità di accettare il modello così come predisposto dall’Agenzia delle Entrate, evitando in questo modo controlli e verifiche future. Per chi non può utilizzare il 730, disponibile anche il modello Redditi. Per due settimane sarà possibile solo verificare la correttezza dei dati, da maggio si aprirà, invece, la finestra per l’invio.

Tutte le spese on line

Per quel che riguarda le voci di spesa che danno diritto alle detrazioni, la parte del leone come sempre è quella relativa alle spese mediche: sono 720 milioni i dati delle spese sanitarie comunicati all’Agenzia da farmacie, studi medici, cliniche, ospedali, in crescita del 4,3% rispetto a quelli trasmessi nel 2017. In aumento anche il numero delle informazioni relative ai bonifici per ristrutturazioni edilizie, che raggiungono quest’anno quota 16 milioni (+1,5%).

Inoltre, 95 milioni di dati riguardano i premi assicurativi (+1,6%), oltre 3,8 milioni i rimborsi di spese sanitarie (+20,3%), quasi 3,5 milioni le spese universitarie (+1,2%). L’incremento più elevato si registra con riferimento ai rimborsi di spese universitarie, oltre 55mila, che fanno registrare un +67,9% rispetto al 2017.

Tra le new entry 2018, le rette per asili nido portano nella precompilata quasi mezzo milione di dati. Registrano un segno meno invece le certificazioni uniche di lavoratori dipendenti e autonomi che si attestano a quasi 59 milioni con un calo del 3,7% rispetto all’anno precedente a causa dello slittamento, previsto dalla legge di bilancio 2018, al 31 ottobre del termine di presentazione delle certificazioni contenenti solo dati che non sono utilizzati per l’elaborazione della dichiarazione precompilata.

A disposizione on line anche il modello Redditi per chi non ha la possibilità di utilizzare il 730, ad esempio perchè titolare di della Partita Iva. Il modello Redditi  in versione precompilata può essere modificato dal 2 maggio, ma può essere inviato dal 10 maggio al 10 ottobre.

SPECIALE. GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL 730

Le chiavi di accesso

Come di consueto è possibile accedere direttamente on line alla propria dichiarazione precompilata tramite il Sistema pubblico per l’identità digitale (SPID), con le credenziali dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, con il Pin rilasciato dell’Inps, e con le credenziali di tipo dispositivo rilasciate dal Sistema Informativo di gestione e amministrazione del personale della pubblica amministrazione (NoiPA). Infine è possibile accedere alla dichiarazione precompilata utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi. Per chi non vuol far da sé che poi ovviamente la possibilità di rivolgersi a un Caf o di delegare un professionista.

I canali di informazione

In ogni caso anche quest’anno l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione un sito, dove sono presenti tutte le indicazioni utili, i passi da seguire fino all’invio, le novità di quest’anno, le date e le scadenze da ricordare, oltre alle risposte alle domande più frequenti.

Inoltre, sono sempre disponibili i numeri dell’assistenza telefonica: 848.800.444 da rete fissa, 06 966.689.07 da cellulare e +39 06.966.689.33 per chi chiama dall’estero, operativi dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17 e il sabato dalle 9 alle 13.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *