Congresso Confassociazioni a Roma: la “Donna 4.0” tema centrale

Le donne negli ultimi anni rivestono vari ruoli quali impiegate, operaie, dirigenti, imprenditrici, ministri, sono determinanti per il Mondo

Si è svolto a Roma il congresso di Confassociazioni, un evento il cui tema è la Donna 4.0, un tema particolare ed insolito.

Il ruolo delle donne, molti gli interventi, ma secondo il mio modesto parere il più interessante quello della dott.ssa Veronica De Romanis, la quale ha ben chiarito la necessità di avere più donne nelle istituzioni, per decidere ,contare e affrontare …, un intervento mirato all’aspetto pratico più che al fatto meramente teorico…

Da canto mio, essendo una donna che lavora, che ha tre figli ..posso dire senza ombra di dubbio che:

  • le donne siano creature straordinarie, indispensabili per la vita e per l’educazione delle generazioni future, è un dato di fatto.
  • la loro presenza sul lavoro e la conciliazione tra ambito professionale e familiare aiuti la crescita economica di un intero Paese.. è addirittura una teoria economica.

Possiamo pertanto affermare che la donna grazie alla sua dinamicità alle sue qualità che riesce a mettere in risalto rappresenta ‘emblema tipico di una personalità forte e allo stesso tempo molto determinata che riesce a conciliare bene lavoro e famiglia. La donna spesso riesce grazie anche alle nuove leggi inerenti le pari opportunità a rivestire un ruolo chiave, determinato e determinante anche nella vita politica tanto da poter essere al centro di numerosi dibattiti che molto spesso la vedono al centro dell’attenzione e spesso riveste dei ruoli importanti che ne risaltano le capacità e le competenze.

Il ruolo della donna in Italia e nel Mondo ha subito un’enorme evoluzione che ha rappresentato un motivo di orgoglio per le stesse che negli anni hanno dato vita a molti cambiamenti in tutti i settori di attività e negli stili di vita.

Possiamo pertanto affermare che la donna grazie alla sua dinamicità alle sue qualità che riesce a mettere in risalto rappresenta ‘emblema tipico di una personalità forte e allo stesso tempo molto determinata che riesce a conciliare bene lavoro e famiglia.

La donna spesso riesce grazie anche alle nuove leggi inerenti le pari opportunità a rivestire un ruolo chiave, determinato e determinante anche nella vita politica tanto da poter essere al centro di numerosi dibattiti che molto spesso la vedono al centro dell’attenzione e spesso riveste dei ruoli importanti che ne risaltano le capacità e le competenze.
Emergono delle grandi differenze con il passato che invece vedeva la donna solo al centro della famiglia e solo come casalinga ovvero dedita ai lavori più umili, oggi in Italia e nei Paesi maggiormenti sviluppati le donne in generale svolgono le attività al pari degli uomini, sono presenti in quasi tutti i settori lavorativi, possono accedere agli studi, possono ambire a cariche istituzionali.

E’ importante evidenziare che vi sono anche dei casi in cui emergono delle diversità di trattamento sia retributivo sia lavorativo, ancora e nonostante le leggi siano a sostegno delle donne, anche se di norma non è possibile .
Bisognerebbe aumentare i controlli anche nelle aziende, incentivare l’istituzione di asili nido all’interno delle stesse aziende al fine di incentivare la procreazione e allo stesso tempo permettere alle donne di poter conciliare senza problemi lavoro e famiglia.

Le donne negli ultimi anni rivestono vari ruoli quali impiegate, operaie, dirigenti, imprenditrici, ministri, rivestono ruoli importanti anche nel Mondo e sono determinanti sia per il loro Stato sia per il Mondo.

Negli anni gli interventi normativi contro la discriminazione tra i sessi hanno favorito le condizioni per realizzare le pari opportunità tanto che si è arrivati alle c.d. quote rosa, questo deve incentiva ad essere di aiuto e di incentivo anche per gli Stati in cui ancora purtroppo la donna non è trattata nello stesso modo, deve essere uno spunto affinchè le donne c.d. in carriera che rivestono un ruolo istituzionale importante possano fare da tramite con gli altri Stati e spronare l’intervento degli stessi affinchè valorizzino il ruolo fondamantale delle donna nel mondo.

Sarebbe auspicabile incentivare sempre di più anche con incentivi di sostegno pubblico e magari anche europeo e mondiale affinchè le donne possano promuovere sia in Europa sia nel Mondo nuove opportunità di lavoro, magari facendo da tutor per i Paesi in via di sviluppo perchè le donne possano investire, imparare nuovi metodi di lavoro e creare nei Paesi di Origine vere e proprie imprese femminili che incentivino la manovalanza, la professionalità, l’istruzione, in modo da renderle sempre più indipendenti e in modo da credere in se stesse, valorizzando prima di tutto la propria personalità poi il lavoro svolto e infine facendo capire a tutto il mondo che insieme si può e si deve emergere.

Bisognerebbe fare da portavoce perchè tutte le donne dimostrino che essere trattate nello stesso modo degli uomini è un ruolo che le rende uguali in tutto e per tutto e che permette di superare tutti gli ostacoli che si possano presentare senza per questo dover rinunciare al lavoro e alla famiglia in quanto entrambe sono la forza vitale per vivere nel ns pianeta .

Possiamo evidenziare che possono esistere e coesistere differenti mentalità imparando che anche i contrasti purchè costruttivi determinano un chiaro incentivo a migliorarsi sempre di più per poter emergere nel mondo e per creare un mondo che sia sempre rispettoso di tutte le condizioni e di tutti i ceti sociali soprattutto quelli più deboli.

La donna è una grande risorsa….utilizziamola..!

Il Presidente Angelo Deiana, Presidente di CONFASSOCIAZIONI, Confederazione Associazioni Professionali e di ANPIB (Associazione Nazionale Private & Investment Bankers), è considerato uno dei maggiori esperti di economia della conoscenza e dei servizi professionali in Italia.

Ha maturato un’ampia esperienza in banche di primari gruppi nazionali e internazionali, ricoprendo ruoli apicali con responsabilità di pianificazione delle strategie, sviluppo dei prodotti finanziari e assicurativi, comunicazione, marketing, sales management in segmenti di mercato complessi e ad alto valore aggiunto come il private banking ed il family business.

Tale esperienza, unitamente al precedente, importante ruolo svolto nella PA ed alla partecipazione in qualità di relatore a convegni e conferenze, nazionali ed internazionali, gli hanno permesso di sviluppare e consolidare un sistema di relazioni istituzionali e personali di alto livello.

Dopo esperienze in Poste e in Aeronautica Militare, è chiamato al Consiglio Nazionale Economia e Lavoro (CNEL) dal Presidente Giuseppe De Rita che lo nomina Responsabile Area Allargamento Rappresentanza. Nel 2001 è in Banca Steinhauslin, la private bank del Gruppo Montepaschi, che gli affida la Direzione Value Proposition e Comunicazione.

Nel 2004, assume l’incarico di Responsabile Value Proposition e Marketing Private Banking nella Direzione Generale del Gruppo Montepaschi, nel 2006 viene nominato Responsabile Mercato Private, nel 2009 Responsabile Mercato Family Office, nel 2011 Responsabile MPS Fiduciaria, nel 2013 Responsabile Business Development e Family Office del Gruppo Veneto Banca. Presidente onorario di ATEMA (Associazione per il Temporary Management), è altresì Docente di Finanza & Venture Capital della Facoltà di Gestione dell’Impresa dell’Univesità Mercatorum e Consigliere Delegato di Scudo Investimenti SGR.

Principale ideatore del sistema di regolamentazione duale sulla riforma delle professioni intellettuali, è membro dell’Intelligence Unit Global Executive del periodico “Economist” e autore di numerose pubblicazioni in campo economico/finanziario. Fra le sue ultime opere, “La rivoluzione perfetta”, Mind Edizioni, “Il capitalismo intellettuale”, Sperling & Kupfer Editori, “Il futuro delle associazioni professionali”, “Come fare soldi nei periodi di crisi”, “Il private insurance in pratica”, “Associazioni Professionali 2.0”, tutti pubblicati con il Gruppo 24 Ore.
Autore di oltre 200 articoli a firma personale sui principali quotidiani e periodici economici e finanziari e di oltre 1000 interventi a convegni, conferenze, seminari nazionali ed internazionali, ha svolto attività di consulenza per società nazionali e multinazionali ed importanti associazioni imprenditoriali di categoria, ha dato a tutti i presenti, il suo ultimo libro, ” RILANCIARE L’ITALIA FACENDO COSE SEMPLICI” COSA fare e perche’ farlo… la cui dedica fa comprendere l’importanza delle sue osservazioni… ” dedicato a tutti quelli che vogliono lavorare insieme ..a noi per andare in un Paese migliore..” si può leggere in queste parole come la volontà può andare oltre i fatti..non voglio riportare i concetti di questo libro..ma esorto i lettori a leggerlo… molte cose vi saranno più chiare! un libro che aiuta a migliorare il proprio lavoro le proprie prospettive….

La vita, il lavoro…sono fatti di eventi..che in se sono oggettivi, sono sterili..dipende da noi e da come li affrontiamo..poterli superare e permettere a noi stessi di trarne il più possibile…
MI RIVOLGO A TUTTE LE DONNE..NON VI ARRENDETE MAI..NON VALE LA PENA ABBANDONARSI ..ED ABBANDONARE I PROPRI SOGNI ..I PROPRI DESIDERI..CREDETECI..SE NON LO FATE VOI PER PRIMA.,.ALLORA CHI LO FARA’? C’E UNA PUBBLICITA’ CHE DICE…VOI VALETE…SI NOI VALIAMO E TANTO!

DEDICATO A VOI DONNE…MAMME…MOGLI…LAVORATRICI..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *